Obedience

L’Obedience nacque in Inghilterra negli anni Sessanta e nello stesso periodo si diffuse nell’Europa del nord, prendendo però una strada un po’ diversa, che è quella che noi attualmente percorriamo.

É uno sport cinofilo molto avanzato e preciso. Basato, come il nome suggerisce, su vari esercizi di obbedienza: “resta” seduto e a terra, condotta con e senza guinzaglio, esercizi di invio e di riporto, discriminazione olfattiva e controllo a distanza.

In questa disciplina si ricercano nel cane le caratteristiche di docilità che permettono di ottenere un’esecuzione estremamente precisa, ma allo stesso tempo briosa, piacevole quindi sia per il cane che per il suo conduttore, che è chiamato a dar prova di grande unione e ottimo rapporto con il proprio compagno a quattro zampe.

Il regolamento italiano prevede 5 classi, dalla “Pre-Debuttanti” alla Classe 3. Quest’ultima si svolge secondo le direttive del Regolamento Internazionale F.C.I., valido anche per i Campionati Europei e Mondiali.

Rally-O

Giunta in Italia e praticata da relativamente poco tempo, la Rally-O è una disciplina che rispetta la corretta relazione uomo-cane e la voglia di “misurarsi” insieme, dove l’aspetto agonistico è importante ma non prioritario, punta alla pulizia di esecuzione ed è tesa a rendere manifesta la collaborazione.

È una disciplina rivolta praticamente a tutti, non vi è discriminazione di taglia, sesso, età, appartenenza o meno ad una o all’altra razza.

Un percorso di Rally-O consiste nello svolgere degli esercizi insieme al cane come indicato sui cartelli posizionati sul campo dal giudice, muovendosi tra una postazione e l’altra nel minor tempo possibile e con la massima precisione possibile.

Chi pratica questa disciplina, sostiene di avere ottenuto più attenzione, maggior serenità, un livello emozionale soddisfacente che viene mantenuto anche nelle situazioni di vita quotidiana. Un netto miglioramento nel rapporto che gioca sicuramente un ruolo fondamentale nell’intesa del binomio. Un percorso di Rally Obedience comprende un’ampia serie di esercizi, di livello tecnico crescente in base alla classe, che da un lato, richiamano quelli dell’Obedience classica, dall’altro all’educazione di base.

Questa disciplina è molto meno formale dell’Obedience e ancor più mirata al consolidamento di una serena collaborazione tra il cane e il suo conduttore. In termini di punteggio, infatti, non si penalizza il lavoro di rinforzo, gratificazione e comunicazione verbale e gestuale tra i due soggetti in gara ma, al contrario, lo si incoraggia, riconoscendone l’essenziale valore tra il cane e il partner umano in condizioni sia di competizione sia di vita quotidiana.

La Rally-O viene considerata come una disciplina eticamente corretta volta ad esaltare la grande versatilità del cane e la sua voglia di collaborazione nell’assecondare la nostra naturale necessità di competizione.

Contattaci per informazioni

Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Compila questo campo
Motivo della richiesta
Seleziona un'opzione
Compila questo campo
Devi accettare i termini per procedere

Che attività che ti aspettano

Menu